Amministrazione Comunale


 

 
Il Comune di Ravanusa, retto dal sindaco Carmelo D’Angelo, in attesa che venga emanato il bando PON Sicurezza da parte del Ministero dell’Interno, ha realizzato, con risorse del bilancio comunale e con fondi regionali, un sistema di videosorveglianza del territorio comunale per la tutela del patrimonio pubblico, la prevenzione e repressione di attività illecite, il controllo e il miglioramento della viabilità nel centro storico.
Il sistema, che entrerà a pieno regime a partire dal primo febbraio prossimo, è composto da una centrale operativa presso il Comando della Polizia Municipale per la visualizzazione e il controllo delle immagini, un sistema di acquisizione e memorizzazione,  e un insieme di telecamere digitali controllate a distanza e connesse esclusivamente alla rete telematica comunale.
L’intero sistema viene gestito nel pieno rispetto della legge sulla privacy e l’accesso è consentito esclusivamente ai responsabili del trattamento dei dati del Corpo della Polizia Municipale, dei Carabinieri e delle forze dell’ordine in generale.
Un sistema di video sorveglianza utilizzato come deterrente sia nei confronti dei malintenzionati sia per prevenire episodi di microcriminalità. Le stesse hanno anche la funzione di tutelare gli immobili di proprietà dell'amministrazione comunale e i beni pubblici.
Le telecamere sono state dislocate in zone considerate di maggior rilevanza o con maggiori criticità: Piazza Zagarrio; Corso della Repubblica; Piazza Boccaccio; Via Mamiani; Piazza Primo Maggio; Piazza Gagliano; Piazza Minghetti; Palazzo di Città; Asilo Nido Comunale; Piazzale Europa - Isola Ecologica; Scuola di Via Rinascita; Scuola di Via Suor Maria Gargani; Piazzale Guttuso- Infopoint.
Alle telecamere digitali fisse sono state aggiunte anche quattro telecamere digitali mobili che saranno installate su indicazione della Ravanusa Risorse ambiente, in zone definite a rischio discarica, per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e scovare chi con questa cattiva abitudine sporca le periferie di Ravanusa, nonostante il servizio di raccolta porta a porta.
Per quest’ultimi si prevedono sanzioni elevate che possono arrivare fino a 600 euro per ogni abbandono.
Le immagini saranno visibili presso l'ufficio della Polizia Municipale e verranno conservate per 10 giorni al fine di esser messe eventualmente a disposizione dell'Autorità giudiziaria o degli organi di polizia nell'ambito delle proprie indagini.
«Con questa iniziativa» ha dichiarato il Sindaco Carmelo D’Angelo, «abbiamo voluto dare maggiore sicurezza al cittadino e alle famiglie di Ravanusa, che da oggi potranno contare su un sistema di video sorveglianza, sicuramente da incrementare, che salvaguarda zone del territorio molto frequentate in cui contiamo che le telecamere fungano da deterrente e dove, ci auguriamo, si evitino episodi di microcriminalità ed atti vandalici nei confronti del patrimonio pubblico».
Comune di Ravanusa
Via Roma, 5
92029 Ravanusa (AG)
Telefono: 0922 880525 - Fax 0922 880415
C.F. / P.IVA 01383860846
Visite agli articoli
272698